Ultimi Articoli

facebook

Reishi: il fungo dell’immortalità

il fungo dell'immortalità

Il Ganoderma lucidum è sicuramente il fungo medicinale più conosciuto al mondo e quello con maggiori pubblicazioni scientifiche a riguardo.

Conosciuto fin dall’antichità, le prime testimonianze scritte sul suo utilizzo terapeutico risalgono al 2800 a.C., è ancora oggi un rimedio molto interessante per il potenziamento della nostra salute.

Il Ganoderma lucidum ha un corpo fruttifero caratterizzato da un ampio cappello lucido dalla forma semicircolare, spesso rossastro ma che può essere anche tendente al nero o violaceo.

Il suo nome cinese è Ling Zhi ovvero “fungo dell’immortalità” e ci indica una delle sue proprietà più importanti, quella anti-age.

Il Reishi è il fungo medicinale con il maggior numero di sostanze biologicamente attive al suo interno: ne possiede ben 400 e questo è il motivo per cui le sue proprietà sono davvero innumerevoli.

Tra i suoi principi attivi più importanti troviamo certamente i beta-glucani, i triterpeni (come gli acidi ganoderici, potenti antinfiammatori e gli acidi lucidenici), l’adenosina (un vadolitatatore e antiaggregante piastrinico) e il germanio, elemento molto raro.

Il germanio aumenta l’ossigenazione cellulare, ha un’azione immunomodulante e disintossicante.

Le più importanti azioni del Reishi sono:

  • di modulazione del nostro sistema immunitario e prevenzione oncologica
  • antinfiammatoria (riesce a bloccare entrambe le vie dell’infiammazione, sia quella bloccata dai farmaci antinfiammatori non steroidi che quella bloccata dai farmaci cortisonici)
  • adattogena
  • protezione del sistema cardiovascolare
  • prevenzione delle patologie neurodegenerative (blocca la tossicità della beta amiloide, proteina neurotossica e blocca l’apoptosi neuronale)
  • epatoprotezione

Il Ganoderma lucidum è una vera “farmacia naturale” che va conosciuto per saperne sfruttare le meravigliose proprietà.

Come tutti i rimedi fitoterapici, anche per quanto riguarda quelli micoterapici, sono possibili interazioni farmacologiche ed effetti collaterali.

Se si hanno patologie e/o si è in terapia farmacologica, prima dell’assunzione di qualsiasi integratore di funghi medicinali è importante parlarne con il proprio medico e/o farmacista.

Il Reishi è controindicato in caso di assunzione di antiaggreganti piastrinici, farmaci ipoglicemizzanti, antipertensivi e immunosoppressori. Non consiglio l’utilizzo della micoterapia in gravidanza.

Se si desidera iniziare un’integrazione anti-age con il reishi, suggerisco sempre di rivolgersi a professionisti qualificati, micoterapeuti esperti che possano consigliarvi la corretta posologia e le migliori aziende tra cui scegliere.

E’ molto importante conoscere l’azienda produttrice dei rimedi a base di funghi medicinali per non incorrere in prodotti di scarsa qualità che, non solo possono essere inefficaci, ma addirittura dannosi.

Spero che queste poche righe abbiano risvegliato in te la curiosità di conoscere meglio il meraviglioso mondo dei funghi.
Se desideri saperne di più ti invito a seguire il mio corso online dedicato proprio a questo.

Ci vediamo presto,

🍄

Carlotta

GUARDA IL MIO VIDEO

🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂

Vorresti aiutare la mia opera di divulgazione supportando il mio canale Youtube?

Scopri come fare su Ko-fi CLICCANDO QUI  e offrendomi anche solo “un caffè”

GRAZIE!🙏🏻

Post a Comment