Ultimi Articoli

facebook

I benefici del miele di Manuka

I benefici del miele di Manuka

Il miele di Manuka è un miele molto pregiato.

Scopriamo insieme i suoi benefici e quando può essere utilizzato a scopo “terapeutico”. 🍯

 

Il miele di manuka è definito oro giallo

 

Questo è un miele monoflorale ovvero viene prodotto dalle api 🐝 che si nutrono del polline della Manuka, la Leptospermum scoparium, una pianta che cresce spontaneamente in Nuova Zelanda e in alcune zone dell’Australia.

Già i Maori conoscevano le proprietà di questa pianta che veniva utilizzata soprattutto per la sua azione antinfiammatoria e cicatrizzante. Il miele di Manuka sta diventando sempre più popolare, e conseguentemente anche il miele di Manuka contraffatto.

Per questo motivo ritengo importante conoscerlo per non cadere nella trappola delle truffe.

Il miele di Manuka è risultato molto efficace nel combattere le infezioni da Stafilococco Aureo resistente alla meticillina (MRSA) che ogni anno colpiscono moltissime persone nel mondo. Ha un forte potere cicatrizzante, adatto quindi all’utilizzo su ferite e ulcere, e antibatterico nei confronti di più di 80 batteri tra cui anche l’helicobacter pylori, il batterio responsabile dell’ulcera gastrica.

Essendo anche efficace contro il Clostridium Difficile, ecco che risulta interessante utilizzare questo prezioso miele per il benessere non solo dello stomaco ma anche dell’intestino.

Si è dimostrato efficace anche per il benessere del cavo orale, grazie alla sua proprietà antibatteriaca verso il Prphyromonas Gingivalis, batterio responsabile della parodontite.

Utilissimo per disinfiammare gola e mucose e migliorare il benessere della pelle se affetta da acne, dermatiti o eczemi.

La sua proprietà antibatterica è dovuta principalmente al quantitativo di Metilgliossale contenuto in questo miele.

 

👉🏻 Ecco che arriviamo a come sceglierlo.👈🏻

⚠️ Poiché le truffe sono molte, io raccomando sempre di cercare sulla confezione alcune indicazioni.

Il miele deve essere confezionato direttamente in Nuova Zelanda, etichettato lì dalla stessa azienda o società che deve essere autorizzata, sull’etichetta deve essere riportato il numero di licenza e il quantitativo di MGO o il valore dell’UMF (Unique Manuka Factor) per poterne valutare l’efficacia antibatterica.

 

Il miele di Manuka deve essere confezionato in Nuova Zelanda

 

Se un miele presenta un UMF al di sotto del 10+ o un quantitativo di MGO inferiore a 263 mg/Kg, non ha proprietà antimicrobiche differenti da un buon miele nostrano (ovviamente non pastorizzato) perciò, se desidero acquistarlo per il suo potere antibatterico è essenziale conoscere ciò che sto comprando.

 

Sperando di esservi stata utile,
vi mando il mio più caro abbraccio.

Carlotta❤️

 

 

GUARDA IL VIDEO SU YOUTUBE

 

✅ Questo è il sito che cito nel video dove puoi trovare oltre 100 apicoltori, produttori ed esportatori qualificati e accreditati per esporre il marchio di qualità UMF sui prodotti a base di miele Mānuka 👉🏻 https://www.umf.org.nz/umf-members/

 

⭐️ Questi sono i mieli di Manuka che ti consiglio

👉🏻MANUKA HEALTH 👉🏻👉🏻https://amzn.to/339UbYf
👉🏻HAPPY VALLEY 👉🏻👉🏻👉🏻https://amzn.to/3lVa8J6

 

🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝🌼🐝

 

Vorresti aiutare la mia opera di divulgazione supportando il mio canale Youtube?

Scopri come fare su Ko-fi CLICCANDO QUI  e offrendomi anche solo “un caffè”

GRAZIE!🙏🏻

Post a Comment