Ultimi Articoli

facebook

Diventare mamma: come la Floriterapia può aiutarti

Si dice che nel momento in cui nasce un figlio nasca anche una madre ed è proprio così. Lasciamo andare la donna che eravamo prima per trasformarci in una mamma.


Diventare Mamma è un’esperienza magnifica, totalizzante, talvolta destabilizzante.

Il cuore esplode di amore e felicità ma spesso compaiono nel contempo fragilità e paure mai provate prima.

Sentiamo il peso della responsabilità, la stanchezza dell’accudimento di un esserino totalmente dipendente da noi, iniziamo a mettere in dubbio tutto ciò che abbiamo ritenuto valido fino a ieri, ci sentiamo in colpa se non possiamo dedicare tutto il nostro tempo ai nostri figli, ci preoccupiamo esageratamente del futuro, insomma, se non gestito correttamente, l’equilibrio di una madre può vacillare facilmente.

La società ci richiede ritmi serrati e incalzanti e spesso non si ha il tempo per metabolizzare e imparare a gestire tutti i cambiamenti in atto.

Ecco che allora un valido e potente aiuto ci viene nuovamente fornito da Madre Natura. 

I Rimedi Floriterapici ci vengono in aiuto.

Mi riferisco all’utilizzo di rimedi floriterapici. Fiori di Bach o di altri repertori possono esserci di grande aiuto in un momento così delicato.

In qualità di floriterapeuta consiglio sempre la preparazione di una sinergia ad hoc che possa essere confezionata su misura della neomamma ma se non fosse possibile fare un lavoro di profondità come questo, ecco che una sinergia combinata come l’Emergency Mother potrebbe già portare un grande sollievo.

Questa sinergia racchiude i fiori australiani più adatti ad una mamma.

  • Alpine Mint Bush, essenza che nasce proprio per supportare l’accudimento e fornire nuova energia a tutti coloro che si prendono cura di qualcun’altro ininterrottamente e che possono venire sopraffatti da stanchezza e conseguente esaurimento.
  • Paw Paw, Black Eyed Susan e Bush Fuchsia che ci permettono di avere più fiducia nelle nostre intuizioni, di avere maggiore chiarezza e concentrazione, capacità di prenderci il nostro tempo e imparare a delegare quando è possibile.
  • Bottlebrush, lo “scovolino” dei fiori australiani, che spazza via il vecchio per far posto al nuovo, ci sostiene nel cambiamento e favorisce un profondo legame madre-figlio.
  • Crowea e Dog Rose per quelle inquietudini e paure che potrebbero bloccarci, farci temere di non essere all’altezza per questo nuovo ruolo.
  • Philoteca che ci aiuta a non dimenticarci di noi stesse, di riuscire ad accettare i riconoscimenti dei traguardi che raggiungiamo  e accogliere l’amore delle persone che ci circondano.
  • Ultima essenza fondamentale è Sturt Desert Rose per superare il senso di colpa che ci accompagna spesso, soprattutto se per esigenze lavorative o impegni personali non possiamo occuparci 24 ore al giorno del nostro bambino e dobbiamo avvalerci di aiuti esterni quali asili nido o baby sitter. 

Questa è una sinergia combinata già pronta, è sufficiente assumerne 7 gocce direttamente sotto la lingua o in un pochino d’acqua mattino e sera e/o al bisogno.

Ottimo da associare al Rescue Remedy (guarda mio il video) in momenti di difficoltà, ansia o qualsiasi altro shock emozionale: in pochi minuti avremo la possibilità di attivare le nostre forze di autoguarigione e “ricentrarci”.

Non ci sono controindicazioni di alcun genere anche in caso di allattamento o assunzione di altre terapie farmacologiche.

Se la mamma è in equilibrio così sarà anche il bambino. 

Mai dimenticarci del nostro benessere, da questo dipende la serenità dell’intera famiglia.

La natura ci è sempre accanto con tutti i suoi rimedi meravigliosi, sono lì, a nostra portata, dobbiamo solo coglierli, come un bellissimo fiore.

Splendete Mamme, siete bellissime e portate l’Amore in questo mondo, siatene consapevoli.

 

Dott.ssa Carlotta Gnavi

Post a Comment