Ultimi Articoli

facebook

La Segnatura dell’avocado: come la natura ci indica ciò che ci fa bene

Sono sempre stata affascinata dalla teoria di Paracelso sulle Segnature. Proprio il nono libro del suo trattato “Sulla natura delle cose”, s’intitola De Signatura Rerum Naturalium (Sulla segnatura delle cose naturali) e tratta proprio di questo argomento.

Ma cosa intende Paracelso per “Segnatura”? 

Con questo termine indica una firma, un segno, una figura che il Creatore ha voluto imprimere su tutto ciò che possiamo trovare in Natura per poterci aiutare nel suo utilizzo. 

Paracelso scrive:

“tutte le cose, erbe, semi, pietre, radici dischiudono nelle loro qualità, forme e figure ciò che è in esse”, se “vengono tutte conosciute attraverso il loro signatum”, allora “la signatura è la scienza attraverso cui tutto ciò che è nascosto viene trovato e senza quest’arte non si può fare nulla di profondo”.

Una pianta o un frutto che assomiglia in modo chiaro ad un organo o apparato, è con ogni probabilità, molto indicata proprio a sostenere quel preciso organo o apparato.

Questo è il caso della noce, forse una delle segnature più chiare e famose in naturopatia. Il suo gheriglio ricorda chiaramente il nostro cervello, con i suoi due emisferi e la sua corteccia, ricca di acidi grassi indispensabili per il benessere cerebrale oltre ad essere capace di stimolare la produzione di differenti neurotrasmettitori.

 

 

 

 

E osservando l’immagine di questo bell’avocado, voi trovate la sua Segnatura?

Non ricorda forse un organo ben preciso? 

Ebbene sì, la segnatura dell’avocado ricorda chiaramente l’utero ed è proprio questo l’organo che beneficia maggiormente della sua assunzione.

L’avocado permette di regolare i livelli ormonali contribuendo a prevenire tumori alla cervice uterina e alle ovaie.

Il grande seme si trova “nella pancia” dell’avocado e ci riporta a quanto sia importante la sua integrazione durante la gestazione.

E’ ricchissimo di acidi grassi “buoni” come il linolenico e gli Omega 3 (Guarda il mio video sugli Omega3), di Vitamina E, la vitamina della fertilità e di Acido Folico, indispensabile per la produzione di nuovi tessuti e per diminuire il rischio di difetti neurali del feto e la sua integrazione è assolutamente raccomandata prima del concepimento e durante la gravidanza.

Inoltre aiuta ad eliminare fastidi tipici di questo periodo come la nausea e i crampi.

Un’altra corrispondenza interessante? Per la completa maturazione di questo frutto sono necessari nove mesi!

Dott.ssa Carlotta Gnavi

 

 

Post a Comment